Parmigiano Reggiano DOP, secoli di tradizione e nuove ricette

Parmigiano Reggiano DOP, secoli di tradizione e nuove ricette

448

Il Parmigiano Reggiano DOP è il formaggio più famoso e imitato al mondo da secoli ma ci sono ancora tante ricette da inventare con questo ingrediente formidabile, scopri qualche nuova idea per il tuo ristorante.

Il Parmigiano Reggiano DOP è senza dubbio il prodotto gastronomico italiano più famoso, diffuso e purtroppo imitato al mondo. Nella cucina italiana si trova praticamente in tutti i primi piatti e ovviamente è un elemento essenziale degli antipasti freddi. Grazie al suo sapore unico, il Parmigiano Reggiano DOP si presta perfettamente ad una miriade di abbinamenti e la fantasia degli chef continua a trovare nuove ricette per esaltarne le caratteristiche eccezionali.
Scopriamo dunque qualche curiosità e soprattutto nuove idee per preparare piatti speciali a base di Parmigiano Reggiano DOP e stupire i clienti del vostro ristorante.

Parmigiano Reggiano DOP, un’antica storia d’eccellenza


Le origini del Parmigiano Reggiano vengono fatte risalire al medioevo, quando i monaci cistercensi di Parma e i Benedettini di Reggio Emilia iniziarono a produrre questo raffinato formaggio a pasta dura. L’aroma che tutt’ora rende il Parmigiano Reggiano così gustoso e apprezzato, era presente già a quell’epoca poiché deriva dal foraggio a base di trifogli ed erba medica di cui da tempi immemori sono costituiti i pascoli delle zone del Parmigiano. Anche i metodi di lavorazione, sebbene oggi supportati da nuove tecnologie e macchinari, sono immutati fin dall’origine.

Durante tutti questi secoli, il Parmigiano Reggiano è sempre stato riconosciuto come una prelibatezza assoluta, tanto che se ne trova menzione in opere illustri come il Decamerone del Boccaccio (1351). Secondo un curioso aneddoto inoltre, il commediografo francese Molière sul letto di morte, chiese come ultimo desiderio un’ultima scaglia di questo incredibile formaggio. È poi nota anche la passione di Napoleone Bonaparte per il Parmigiano Reggiano. In tutti questi secoli sembra proprio che il Parmigiano Reggiano abbia accompagnato con il suo inconfondibile sapore la vita delle persone di tutto il mondo per generazioni. Una lunga tradizione che continua e oggi si reinventa.

Dalla tradizione all’innovazione, in cucina con il Parmigiano Reggiano DOP
Utilizzato quotidianamente in casa, il Parmigiano Reggiano è perlopiù impiegato come condimento di piatti semplici come pasta, risotti e lasagne ma questo formaggio prezioso può essere impiegato in molti modi. Di seguito vi proponiamo qualche ricetta in cui il Parmigiano Reggiano DOP viene impiegato in maniera inaspettata e ovviamente deliziosa.

Lollipop al Parmigiano Reggiano DOP


Ingredienti per 18 porzioni:
240 g di Parmigiano Reggiano DOP
3 cucchiaini di semi di papavero
3 cucchiaini di semi si sesamo
3 cucchiaini di semi di chia
spiedini di legno
stampini per biscotti

Ottimi per accompagnare gli aperitivi, i Lollipop di Parmigiano sono semplici e veloci da preparare, quanto gustosi e in grado di suscitare curiosità tra gli ospiti. Con i semi potrete diversificare sapore e colore dei vostri Lollipop di Parmigiano e creare un effetto scenografico ancora maggiore.

Preparazione
1- Mescolare in tre ciotole separate il Parmigiano Reggiano DOP rispettivamente con i semi di papavero, sesamo e chia.

2- Su una teglia adagiare un foglio di carta forno e imburrare. Riempire le formine con uno strato di parmigiano e semi di circa 3-4 millimetri, facendo attenzione a distribuirlo omogeneamente cosicché la struttura resti solida e leggera dopo la cottura. Appoggiare uno spiedino di legno al centro di ogni forma.

3- Infornare in forno preriscaldato a 220° C per circa 5 minuti finché i Lollipop non risultino dorati e con delle piccole bolle. A questo punto sarà sufficiente lasciar raffreddare il tutto senza toccare i Lollipop e poi staccarli delicatamente dalla carta forno.

Canestrini di Parmigiano Reggiano


Ingredienti per 18 porzioni:
20 cucchiai di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato
3 carciofi violetti
18 fette di prosciutto crudo
2 limoni
olio evo
menta fresca
sale
pepe
stampini per cestini

Questo finger food è perfetto sia come accompagnamento all’aperitivo che un delizioso antipasto. Il ripieno di carciofi e prosciutto crudo può ovviamente essere sostituito da molti altri ingredienti secondo il gusto dei vostri ospiti.

Preparazione:
1- Preparare 18 quadrati di carta forno di 20 cm di lato circa. Disporre al centro un cucchiaio di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato e stenderlo in modo uniforme.
Cuocere uno ad uno i fogli in microonde per circa 1 minuto alla massima potenza finché il formaggio risulti sciolto in modo omogeneo.

2- Sfornare e finché il formaggio è ancora caldo adagiare ogni foglio su uno stampino rovesciato, applicare una leggera pressione perché il formaggio aderisca alla superficie esterna e lasciare raffreddare. A questo punto togliere delicatamente il formaggio da stampini e carta forno.

3- Tagliare i carciofi mondati e puliti a fettine sottilissime e mettere in ammollo in acqua e succo di limone, scolare e condire con olio, sale, una spruzzatina di limone e menta fresca. In ogni canestrino di Parmigiano disporre una fettina di carciofo e una di prosciutto crudo.

Sformatino di groviera e Parmigiano Reggiano DOP


Ingredienti per 12 porzioni:
450 g di farina
150 g di burro
1,5 l di latte
450 g di groviera grattugiata
120 g di Parmigiano Reggiano DOP
9 uova
pangrattato
burro
sale
stampini per tortini

Questo antipasto dal sapore intenso può essere preparato anche come flan o tortino a seconda delle preferenze e può essere arricchito di verdure. Il risultato sarà in ogni caso eccellente grazie al gusto formidabile del Parmigiano Reggiano DOP.

Preparazione:
1- In una casseruola far fondere burro e farina setacciata mescolando per evitare la formazione di grumi. Diluire il composto con il latte tiepido versato a filo e portare a cottura a fuoco dolce in 20-25 minuti continuando a mescolare.

2- Ritirare dal fuoco, salare, aggiungere la groviera e Parmigiano grattugiati. Mescolare fino a quando i formaggi saranno sciolti ed amalgamati. Lasciare intiepidire il preparato, aggiungere un tuorlo alla volta e poi gli albumi montati a neve.

3- Imburrare gli stampini e spolverarli con il pan grattato, versare il composto all’interno fino a pochi millimetri dal bordo e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Poi abbassare la temperatura a 170° per altri 8 minuti senza mai aprire il forno per evitare che gli sformatini si sgonfino. Lasciar riposare per un paio di minuti e servire.

Inventa nuove ricette con uno dei prodotti più antiche e apprezzati della cucina italiana. Acquista il Parmigiano Reggiano DOP e stupisci i clienti del tuo ristorante con nuovi piatti.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero + 39 049 99 98 411.

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta