Certificazione bio, da oggi c’è anche Polo!

Certificazione bio, da oggi c’è anche Polo!

167

La certificazione biologica è una certificazione che viene rilasciata alle aziende produttrici e distributrici di prodotti alimentari che intendono commercializzare prodotti biologici.
Non è obbligatoria solo per i produttori, ma anche le aziende che effettuano la vendita di prodotti biologici sono sottoposte a rigidi controlli. Come definito appunto dal regolamento CE 392/04, che modificando il precedente art. 8 del Reg. CEE 2092/91, include le attività commerciale tra quelle che devono essere obbligatoriamente sottoposte a controllo.

Così Polo SpA, soddisfacendo i requisiti previsti nel Reg. (CE) nº 834/2007 e del Reg. (CE) nº 889/2008 e nella normativa nazionale di settore, dal 2022 è soggetta alla certificazione biologica per il magazzinaggio e la commercializzazione di prodotti biologici.

Tra i prodotti biologici che Polo SpA commercializza, troviamo in particolar modo vini, tra cui il cabernet 8 mesi DOC dei Colli Euganei dell’azienda agricola Le Volpi. Questo vino è caratterizzato da un colore rosso rubino intenso e da profumi di piccoli frutti rossi,  con note di confettura fresca di ciliegia e fragole e sfumatura speziate e leggermente erbacee.

Altro vino di produzione biologica è il Syrah dalla Francia di Michel Gassier. Di color granato profondo, questo vino è caratterizzato da una traboccante note di violetta, frutti rossi, pancetta e un gradevole sentore di fiori. Grazie alla sua morbidezza ed al suo ricco sapore questo vino si sposa perfettamente con un’ampia varietà di cibo, andando dal barbecue alla cucina etnica speziata.

Oltre ai vini, tra i prodotti biologici, Polo SpA offre anche la farina biologica di tipo 1 dell’azienda Molino Grassi e la farina di farro biologica e integrale dell’azienda Almaverde Bio.

Inoltre, all’interno del ricco assortimento, ci sono diverse tipologie di pasta a marchio Rummo e La Molisana, brodo vegetale, insaporitori, uova e prodotti vegetali congelati, tutto ovviamente biologico.

L’AGRICOLTURA BIOLOGICA

L’agricoltura biologica è un tipo di agricoltura che considera l’intero sistema agricolo, sfruttando la naturale fertilità del suolo e favorendola con interventi limitati. In questo modo si vuole promuovere la biodiversità dell’ambiente in cui opera ed escludere l’utilizzo di prodotti di sintesi e degli organismi geneticamente modificati.

L’agricoltura biologica in Europa è nata nel 1991 con il Reg. (CEE) nº 2092/91 relativo al metodo di produzione biologico di prodotti agricoli e all’indicazione di tale metodo sui prodotti agricoli e sulle derrate alimentari. Nel 1999 con il Reg. (CE)  nº 1804/99 sono state regolamentate anche le produzioni animali.

Nel giugno del 2007 è stato adottato un nuovo regolamento CE per l’agricoltura biologica, Reg. (CE) nº 834/2007, che abroga i precedenti. Quest’ultimo è relativo alla produzione  biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici sia di origine vegetale che animale (compresa l’acquacoltura).

I PRINCIPI DEL BIOLOGICO

  • Rispettare l’equilibrio tra piante, insetti, funghi, animali, uomo e ambiente;
  • Mantenere la naturale fertilità del suolo;
  • Controllo degli insetti dannosi e dei parassiti vegetali con coltivazione di cultivar resistenti, ricorso ai naturali predatori dei fitofagi, cattura massale, confusione sessuale, utilizzo di insetticidi naturali, adeguate pratiche agronomiche, uso di sostanze naturali caratterizzate da bassissima o nulla tossicità verso l’uomo (zolfo, rame, carbonato di calcio, propoli, ecc..).

 I SISTEMI DI CONTROLLO

Il rispetto della normativa sul biologico è deputata all’attività degli organismi di controllo e soggetti privati con due mansioni fondamentali:

  • Verificare l’idoneità e il percorso produttivo delle imprese che intendono aderire o già aderiscono al sistema di controllo per le produzioni con metodo biologico (come Polo SpA);
  • Concedere l’uso dei relativi marchi alle imprese associate, da apporre alle etichette dei prodotti controllati e sul materiale divulgativo che le stesse intendono realizzare.

Tali organismi ricadono sotto la supervisione del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MiPAF). Con l’attuazione del Reg. CE 2491/2001 il sistema di verifica per gli agricoltori si è fatto più rigoroso, andando così a definire quali sono i requisiti minimi di controllo e le misure precauzionali previste.

>>SCARICA QUI LA CERTIFICAZIONE BIO DI POLO<<

Clicca qui per scoprire di più su questi prodotti.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero + 39 049 99 98 411.

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta