Menu
Ricette Polo

1161

Salsa guacamole

Tra gli ingredienti esotici che negli ultimi anni hanno riscosso più successo, sicuramente l’avocado e la salsa guacamole meritano un posto di tutto rispetto.

Salsa guacamole: storia e sapore

La salsa guacamole viene ormai ampiamente usata per la preparazione di tipiche ricette messicane e di gustosi snack anche se si sa, quando un nuovo ingrediente arriva in Italia, è destinato ad essere reinventato tramite delle ricette del tutto innovative.

Quando è nato il guacamole?
Il guacamole vanta oltre 500 anni di storia e di tradizione, in quanto è nato ai tempi degli Aztechi.
La ricetta originale per la preparazione del guacamole prevede l’uso di pochi semplici ingredienti: l’avocado, il succo di lime e il sale. Successivamente sono stati aggiunti altri ingredienti come la cipolla, il pepe e/o il peperoncino, l’aglio, il coriandolo e i peperoni.

Il sapore caratteristico del guacamole ben si presta ad accompagnare piatti decisamente saporiti come le tapas, le tortillas e i burritos. Questi piatti elencati, caratteristici della tradizione messicana, sono tutti deliziosi e l’uso del guacamole – con la sua piccantezza più o meno forte – ne esalta i sapori intensi.

Da quando è entrato nella nostra cucina con la sua consistenza spumosa ed il suo sapore pepato, il guacamole ha immediatamente stimolato la curiosità e la fantasia di numerosi chef, che hanno deciso di creare nuovi e interessanti abbinamenti con piatti tipici della tradizione italiana ed europea.

Tre ricette semplici e golose con la salsa guacamole

Di seguito riportiamo delle idee per l’uso del guacamole nel tuo ristorante.

Madeleine di grana padano e guacamole

madeline con salsa guacamole

Questo finger food davvero originale – di cui ora riportiamo gli ingredienti e la preparazione – è perfetto da offrire ai vostri ospiti a inizio serata. Senza ombra di dubbio, li lascerà piacevolmente stupiti.

Ingredienti per le Madeleine:

  • Grana Padano – 70 g
  • Farina di nocciole – 70 g
  • Farina di grano tenero (tipo 1 o 0) – 70 g
  • Uova – 3 pz
  • Olio di riso – 50 g
  • Lievito per torte salate – 4 g
  • Sale
  • Spezie miste in polvere (senape, pene nero, zenzero, curcuma)

Preparazione:

  1. Sbattere le uova, aggiungere gradualmente il grana padano e la farina di nocciole.
  2. Continuando a mescolare incorporare la farina di grano tenero setacciata assieme al lievito, un pizzico di sale, le spezie e infine l’olio di riso.
  3. Coprire il composto e lasciar riposare in frigo per 8 ore.
  4. Imburrare gli stampi a conchiglia e riempirli per circa due terzi, infornare poi in forno statico a 190 °C per circa 10 minuti.
  5. Servire le madeleine ancora tiepide accompagnandole con la salsa guacamole.

In sostituzione delle madeleine proposte come finger food, questa ricetta si può servire anche come antipasto. In questo caso al posto degli stampini per madeleine, si possono utilizzare quelli per muffin che andranno poi adagiati su un letto di salsa guacamole.

Tartine alla salsa di guacamole e salmone

tartine con salsa guacamole e salmone

Questo simpatico finger food è per perfetto da servire all’aperitivo per accompagnare un buon bicchiere di bollicine, soprattutto durante la bella stagione. Ecco di seguito gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti:

  • Pane nero
  • Carpaccio di salmone
  • Limone
  • Olio
  • Cipollotto rosso

Preparazione:

  1. Mettere a tostare le basi di pane nero, indicativamente con dimensioni di circa 4 cm per lato.
  2. Condire il carpaccio di salmone con succo di limone, olio e sale q.b..
  3. Tagliare il cipollotto ad anelli e preparare alcuni riccioli di buccia di limone.
  4. Sulle basi di pane nero tostato adagiare un’abbondante goccia di salsa di guacamole, un ritaglio di carpaccio di salmone, finire con un anello di cipollotto e alcuni riccioli buccia di limone.

La preparazione è molto semplice e veloce e vi permetterà di servire un finger food con guacamole leggero e saporito.
La stessa ricetta, con dosi ovviamente più abbondanti, può essere impiegata per l’antipasto.
In questo caso una buona soluzione per la presentazione può essere la destrutturazione della tartina su un ampio piatto, con l’aggiunta di qualche foglia di radicchio su cui adagiare il carpaccio di salmone.

Risotto di gamberi e gin con guacamole

risotto con gamberi e guacamole
Questo risotto è un piatto molto fresco e dai sapori  aromatici che derivano dall’uso di gin, ottimo per serate romantiche o per cene estive.

La principale particolarità di questo risotto risiede nella sua preparazione.
Contrariamente alla tradizionale cottura, andrà utilizzata esclusivamente acqua salata, tutt’al più con una percentuale di circa il 15% di brodo di pesce. Questa leggerezza permetterà ai vostri clienti di assaporare l’aromaticità del gin, che viene utilizzato al posto del vino per la sfumatura del riso.

È importante dunque per questa ricetta utilizzare un gin di alta qualità come ad esempio il Gin Mare, caratterizzato da sentori tipicamente mediterranei quali basilico, rosmarino e timo.
Un’ultima accortezza per la preparazione del risotto di gamberi e gin con guacamole riguarda la mantecatura. Trattandosi comunque di un risotto di pesce, burro e formaggio sono banditi per lasciare il posto ad un filo d’olio evo.

Osservate queste semplici indicazioni, potete procedere con la preparazione del vostro risotto ricordando di sfumare il riso tostato con un buon gin. Al termine della cottura, adagiate sul fondo del piatto un’abbondante goccia di salsa guacamole sopra cui impiattare il risotto e finire con un top di gamberi.

Crea nuove ricette e per il tuo ristorante, acquista ora la salsa di guacamole e stupisci i tuoi clienti con piatti freschi e originali.

salsa guacamole online


Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero + 39 049 99 98 411.

382

*foto di https://www.atelierdeschefs.fr/

La nostra rubrica di Ricette per l’asporto è ideale per tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto, soprattutto in questo periodo.
Questa settimana prepareremo un piatto estivo ma classico: la supreme di galletto al croccantino!

La supreme di galletto è una rivisitazione sfiziosa della classica supreme di faraona, ricavata però dal galletto. La supreme è una delle lavorazioni del pollame alla base della cucina francese, che si ricava disossando il petto con pelle e lasciando l’aletta in osso pulita dalla pelle all’estremità.

In cucina quella parte che viene ricavata dal galletto grazie alla porzione contenuta si presta molto bene alla preparazione sia di stuzzichini veloci che di piatti da portata più complessi.

La nostra proposta è di rendere il prodotto croccante, con un lieve sentore di limone, e di servirlo in un letto di valeriana e pomodorini ciliegino.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

Supreme di galletto francese – Codice articolo: 02017205

Condimento per pollo croccantino Wiberg – Codice articolo: 09980056

Vino soave classico Costeggiola DOC – Codice articolo: 10091006

La preparazione è semplice:
  1. marinate le supreme di galletto nel limone per almeno 30 minuti
  2. cospargete le supreme nel “rub” croccantino per pollo Wiberg
  3. infornatele e arrostitele al punto giusto
  4. servitele su di un letto di pomodorini tagliati e valeriana.

Il piatto ottenuto sarà un piatto fresco, estivo e che ben si accompagnerà ad un ottimo bicchiere di Soave Costeggiola DOC.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

507

La nostra rubrica di Ricette per l’asporto è ideale per tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto, soprattutto in questo periodo di restrizioni e chiusure.
Questa settimana prepareremo un piatto semplice ma di forte impatto comunicativo, esotica quanto basta per attirare l’attenzione di chi ha voglia di regalarsi una cena deliziosa: stiamo parlato della picanha al sale aromatizzato grill argentina!

La picanha è un taglio derivante dal posteriore del bovino, dalla forma triangolare, senz’osso e si compone di una parte magra, che non presenta alcuna infiltrazione di grasso, e una parte rivestita da un caratteristico strato di grasso, spesso circa un centimetro.
La picanha è un piatto tipico della cultura sudamericana, gustoso e facile da preparare anche a casa: infatti la picanha si presta a cotture al forno o alla brace, cucinata intera o tagliata a fettine.

Nel nostro catalogo abbiamo un’ampia selezione di picanhe, tutti prodotti da allevamenti selezionati come la picanha bavarese IGP, la picanha dry aged (clicca qui per scoprire tutto sulla carne dry aged prodotto dalla nostra macelleria interna) oppure una classica picanha di scottona, anche questa lavorata dalla nostra macelleria interna.

Qualunque sia la qualità di picanha che deciderai di scegliere, puoi essere sicuro di acquistare sempre un prodotto di alta qualità, sottoposto a rigorosi controlli lungo tutta la filiera, dall’allevamento ai nostri magazzini. Ogni anno effettuiamo inoltre più di 100 analisi chimiche e batteriologiche, 100 controlli in ingresso merce e più di 1000 controlli sui prodotti.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

Bovino picanha premium – Codice articolo: 03053079
Bovino picanha – Codice articolo: 03152653
Picanha angus irlanda bovino – Codice articolo: 03151055
Picanha scozia bovino – Codice articolo: 03151016

Miscela di spezie grill argentina Wiberg – Codice articolo: 09980023

Patate prefritte Dippers Lamb Weston – Codice articolo: 01026822

Vino Pinot Nero IGT Veneto – Codice articolo: 10091233

La preparazione è semplice:
  1. Prendete una picanha con una buona copertura di grasso, cospargetela di sale marino grosso e di miscela di spezie grill argentina Wiberg
  2. Infornate a 220°C per 40 minuti.
Il prodotto finito sarà pronto da consegnare ai clienti sia intero che tagliato a fettine dello spessore di 1 cm, i clienti potranno poi rigenerarlo in forno autonomamente prima di servirlo a tavola.
Per finire, consigliamo di contorno delle patate dippers Lamb Weston e in abbinamento un ottimo vino Pinot Nero IGT della cantina Gianni Tessari.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

483

Una materia prima tenera e succulenta, abbinata con delle verdure che ne esaltano i sapori: per questo take away vogliamo presentarvi il fusion di agnello.

Dall’unione della tradizione culinaria marocchina e quella mediterranea vi proponiamo questa saporitissima e succulenta ricetta.
Dal Marocco portiamo la tecnica di cottura e l’agnello mentre dal mediterraneo ci prendiamo gli ingredienti che da sempre caratterizzano la nostra cucina: l’origano, l’alloro, il rosmarino, il cipollotto, il peperone e le patate.
Il consiglio è di utilizzare una Tajne, la pentola tradizionale marocchina.
Se non disponete di questa pentola potete tranquillamente utilizzare un qualsiasi altro tegame adatto alle basse temperature, l’importante è che sia spesso (un’ottima alternativa sono i tegami in ghisa).

La preparazione di questo piatto è lunga ma estremamente semplice e ovviamente si presta benissimo anche per l’asporto in quanto il prodotto finito presenterà una carne tenerissima e saporita che manterrà le stesse caratteristiche anche durante il trasporto.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

Spezzatino agnello Galles – Codice articolo: 03073637

Agnello coscia s/o Nuova Zelanda – Codice articolo: 03077088

La preparazione è semplice:
  1. Cubettare finemente la polpa d’agnello procurata
  2. Cospargere le carni così preparate con origano fresco, alloro e rosmarino
  3. Preparare le verdure cubettate e riporle sul fondo della teglia
  4. Salare e pepare le verdure a piacimento
  5. Riporre le carni cubettate sopra alle verdure senza mescolare
  6. non serve aggiunta di olio o altro liquido, basteranno le verdure e la carne per ottenere l’umidità necessaria.
Per la cottura a bassa temperatura consigliamo di usate il fornello più piccolo impostandolo al minimo e di lasciar cuocere il tutto a coperchio chiuso per circa 5 ore.
Nell’ultima ora potrà essere necessario spingere le carni sul fondo in modo che possano continuare la cottura nel sugo ottenuto.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

413

Una materia prima di base semplice e neutra ma sicuramente apprezzata per morbidezza ed impatto visivo, combinata con una delle eccellenze vinicole italiane, il barolo.

La preparazione di questo piatto è semplice e utilizzabile nella ristorazione tradizionale servita al carrello o impiattata, nei banchi delle più prestigiose gastronomie dove può essere venduto intero e  pronto per la rigenerazione o a porzione per una vendita più tradizionale.
Ovviamente si presta benissimo anche per l’asporto: proporre uno stinco di vitello intero da rivedere in casa per un piccolo o grande convivio (ovviamente nel rispetto delle regole) potrà sempre essere una scelta di grande effetto e che sicuramente nel trasporto non perderà la qualità e il gusto davvero speciale.

La preparazione è semplice, quello che vogliamo sottolineare è l’importanza di usare il barolo per la preparazione: incorrere nell’utilizzo di un qualsiasi vino rosso per ridurre il costo di preparazione sarebbe un vero peccato perché si correrebbe il rischio di far venir meno l’effetto del piatto servito al naso e alla bocca dei vostri clienti, oltre che ottenere un prodotto finale completamente diverso.

Il barolo infatti ha caratteristiche uniche che ne fanno il compagno perfetto in cucina:  morbidezza, sapidità e l’importante componente tannica legano perfettamente con le carni penetrando le fibre e creando così una perfetta unione di profumi e sapori.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

Vitello stinchi posteriori spuntati – Codice articolo: 03064010

Vino Barolo Serralunga d’Alba DOCG 2015 – Codice articolo: 10091182

Carote a rondelle – Codice articolo: 01012518

Cipolle tritate – Codice articolo: 09500038

Preparazione e cottura dello stinco di vitello al Barolo

  1. prima di tutto per un ottimo risultato infornare lo stinco appoggiandolo ad una griglia aperta
  2. portare lo stinco ad una temperatura a cuore di circa 50°C, con il forno ad una temperatura massima di 60°C, in questa fase lo stinco deve solo riscaldarsi
  3. a questo punto lo stinco sarà pronto per essere adagiato su una teglia profonda, cosparso di sale grosso, pepe e olio
  4. prendere tutte le verdure preparate e riporle nella teglia
  5. portare il forno ad una temperatura di 120°C e infornare il tutto, dopo i primi 15 minuti a secco tirarlo fuori e versare 3/4 della bottiglia di barolo.
  6. infornare nuovamente per 2 ore e mezza girandolo ogni 30 minuti e controllando che il fondo sia sempre umido
  7. dopo due ore e mezza versare cospargendo lo stinco il vino rimanente e infornare per altri 30 minuti
  8. a questo punto lo stinco sarà ben rosolato con sfumature granata, pronto da servire.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

377

La nostra rubrica di Ricette per l’asporto è ideale per tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto. Questa settimana prepareremo un piatto semplice che può però trasformarsi in una delle più esclusive ricette di carne: il filetto al burro aromatizzato.

Sono state molte le ricette enciclopediche che vi abbiamo proposto, ma questa settimana vogliamo stimolare anche la vostra fantasia proponendovi di usare il taglio più pregiato di ogni bovino come base e servirlo aromatizzato con una noce di burro.

Il filetto al burro aromatizzato

L’esclusività della vostra proposta dipenderà dalla scelta del burro e dell’aroma, potrete infatti usare un burro semplice che può conferire un’aroma tradizionale al piatto come possono essere le erbe aromatiche fresche, oppure un burro più pregiato che da un’aroma esclusivo come per esempio possono essere i funghi porcini piuttosto che un foies gras o il caviale.

Idee di burro: burro base, burro di alpeggio, burro non pastorizzato, burro bretone, burro irlandese, burro bavarese, ogni uno di questi ha caratteristiche diverse.

Idee di aroma: erba cipollina, rosmarino, timo, pomodoro secco, scaglie di pomodoro essiccato, sale di Maldon, melograno, asparagi, formaggi pregiati, funghi porcini secchi, tartufo, foies gras, caviale, scaglie di caviale.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi tre prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:


Erba cipollina liofilizzata – Codice articolo: 10100027

Rosmarino liofilizzato Wiberg – Codice articolo: 09980003

Timo liofilizzato Wiberg – Codice articolo: 09980051

Pomodori secchi in o.girasole Demetra – Codice articolo: 10002057

Fiocchi di sale Maldon – Codice articolo: 09987654

Asparagi bianchi scottati – Codice articolo: 01021020

Funghi porcini secchi 500 gr – Codice articolo: 10101726

Tartufo nero estivo – Codice articolo: 09133030

Preparazione e cottura del filetto

  1. Per la cottura vi consigliamo di panare il filetto con farina bianca e spadellarlo nel burro, per il take away è importante una veloce doratura esterna
  2. Dovrete poi consigliare al vostro cliente di preparare il forno caldo per una efficace rigenerazione
  3. Potrete fornire la noce di burro aromatizzato avvolta nella pellicola che il cliente dovrà scartare e riporre sopra al tournedos caldo: sciogliendosi caricherà del vostro carattere il piatto servito.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

561

Foto dal blog Ricetta Sprint

La nostra rubrica di Ricette per l’asporto è ideale per tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto. Oggi i nostri product expert ci forniranno interessanti consigli per la preparazione di una ricetta per San Valentino: il filetto alla Voronoff.

Il filetto alla Voronoff

Il filetto alla Voronoff prende il nome dal rinomato chirurgo Serge Voronoff (ai tempi Samuel Voronoff), padre di questa ricetta. La storia narra che il dottore, appassionato e profondo conoscitore dei metodi per ritardare la vecchiaia, abbia inventato questo piatto come elisir di giovinezza. Sicuramente il filetto di manzo alla Voronoff è un piatto piuttosto robusto: la carne viene appena scottata in padella e sfumata con cognac ed insaporita da una ricca crema a base di panna fresca, salsa Worchestershire, senape e tabasco. Questa preparazione, intrigante e prelibata allo stesso tempo, risulta perfetta per un’occasione speciale come il San Valentino.

Vediamo dunque come preparare questa interessante ricetta con un’attenzione in più per una preparazione che sia adatta all’asporto.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi tre prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

 

Salsa tabasco 60 ml – Codice articolo: 09980559

Senape monodose 15 ml – Codice articolo: 09980537

Courvoisier v.s. 40% Cognac – Codice articolo: 09982660

Panna u.h.t. 32€ grassi – Codice articolo: 09246030

Preparazione e cottura del filetto

  1. Prendete il vostro filetto e tagliatelo a fette del peso che avete scelto per il vostro servizio, infarinate le fette e dopo aver sciolto del burro in padella aggiungete due rametti di rosmarino
  2. Procedete con la cottura in padella del filetto panato, 2 minuti per lato della bistecca, a questo punto flambate con il cognac
  3. Dopo la flambata togliete i tournedos di filetto che saranno pronti e riponeteli in un piatto freddo per bloccare la cottura
  4. Ora, lasciando come base per la salsa i succhi di cottura che sono in padella, aggiungete del tabasco, versate la salsa Worchestershire, il senape e la panna da cucina tutti nella misura che secondo voi caratterizzerà la vostra preparazione, mescolate bene e rendete la salsa uniforme
  5. A questo punto avrete i due ingredienti base (tournedos e salsa) pronti per essere consegnati in casa. Un’idea molto utile potrebbe essere quella di accompagnare la consegna degli ingredienti con un foglietto di istruzioni per la rigenerazione e il servizio.

Foto dal blog Ricetta Sprint

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

468


Foto dal blog Giallo Zafferano

La rubrica Ricette per l’asporto è dedicata a tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto. Oggi i nostri product expert ci forniranno interessanti consigli per la preparazione di un mediterraneo filetto in crosta di pistacchi e olive taggiasche, dal sapore primaverile e fresco.

Il filetto in crosta di pistacchi e olive taggiasche

Una ricetta molto sfiziosa e che ci apre le porte verso il clima di ripartenza della primavera che verrà è il filetto in crosta di pistacchi e olive taggiasche. Sono tre prodotti molto semplici da accordare e preparare in cucina ma che insieme possono essere davvero molto d’effetto.

La preparazione di questa ricetta per l’asporto è piuttosto semplice e veloce. Vediamo dunque come preparare questa interessante ricetta con un’attenzione in più per una preparazione che sia adatta all’asporto.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi tre prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

 

Pistacchi verdi pelati – Codice articolo: 09983365

Olive taggiasche denocciolate in olio evo – Codice articolo: 09980689

Parmigiano reggiano 22 mesi – Codice articoli: 09980143

Preparazione e cottura del filetto

1- Scottare il filetto in padella su burro, aglio, cipolla e rosmarino; a questo punto sarà pronta la base della vostra ricetta.

2- Preparate un pesto ottenuto battendo molto finemente pistacchi e olive taggiasche denocciolate con l’aggiunta del parmiggiano reggiano.

3- Al pesto cosi ottenuto aggiungere della senape fino ad ottenere una emulsione uniforme, se preferite passate tutto al mixer.

4- A questo punto avrete la base di carne e la base per la crosta pronte, basterà al momento dell’ordine prendere il filetto scottato in precedenza, coprirlo con il preparato per la crosta e infornarlo 15 minuti a 200°C per il servizio istantaneo, 10 minuti a 220°C per l’asporto.

Foto dal blog Giallo Zafferano

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

471

Scopri tutti i consigli dei nostri esperti per preparare deliziose ricette adatte al take away: oggi vedremo come preparare un piatto molto goloso e perfetto per la stagione fredda, il filetto in crosta di speck con granella al timo e roesti di patate.

La rubrica Ricette per l’asporto è dedicata a tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto. Oggi i nostri product expert ci forniranno interessanti consigli per la preparazione di un goloso Filetto in crosta di speck con granella al timo e roesti di patate con qualche accorgimento per il take away.

Il filetto in crosta di speck con granella al timo e roesti di patate

Il filetto in crosta di speck con granella al timo e roesti di patate è una ricetta molto particolare, perfetta per la stagione invernale e per il delivery: per dimensioni e preparazione questo filetto può infatti essere consegnato facilmente utilizzando le vaschette take away per hamburger.

La preparazione del filetto in crosta di speck con granella al timo e roesti di patate per l’asporto è piuttosto semplice e veloce. Vediamo dunque come preparare questa interessante ricetta con un’attenzione in più per una preparazione  che sia adatta all’asporto.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi tre prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

 

Speck – Codice articolo: 03182020

 

 

 

Timo – Codice articolo: 09980051

 

 

 

Roesti di patate – Codice articoli: 01026527

 

 

 

 

Preparazione e cottura del filetto

1- Tagliare il filetto a fette da 150-200 grammi a seconda della porzione che volete ottenere.

2- Avvolgere il filetto su due fette di speck.

3- Preparare la granella mixando del pan biscotto finemente tritato con del timo e spolverare le porzioni di filetto.

4- Infornare per 15 minuti a 180°.

5- Adagiare il tournedos ricoperto di speck sul roesti di patate e cospargerlo con la granella di pan biscotto al timo.

6- Confezionare le singole porzioni in scatole da asporto per hamburger.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.

336

Scopri tutti i consigli dei nostri esperti per preprare deliziose ricette adatte al take away: oggi vedremo come preparare un altro classico della cucina internazionale, il filetto alla Wellington per asporto.

La rubrica Ricette per l’asporto è dedicata a tutti i locali che offrono servizio di consegna a domicilio e asporto. Oggi i nostri product expert ci forniranno interessanti consigli per la preparazione del celebre filetto alla Wellington con qualche accorgimento per il take away.

Il filetto alla Wellington

Il filetto alla Wellington, noto anche come filetto in crosta, nasce nel Regno Unito all’inizio del XIX secolo in onore dell’allora Duca di Wellington. Secondo la tradizione Arthur Wellesley, che divenne duca di Wellington nel 1815, aveva gusti difficili in cucina e nella ricerca di piatti che il Duca apprezzasse, i suoi chef crearono il filetto alla Wellington che divenne da allora il suo piatto preferito.

La preparazione del filetto alla Wellington richiede una certa dimestichezza nella preparazione, richiesta principalmente alla doppia cottura del filetto e alla “crosta” di sfoglia in cui è avvolto. Questa infatti ha il compito di trattenere al proprio interno tutti i succhi che il filetto rilascia in cottura ma all’esterno deve risultare perfettamente asciutta e fragrante.

Vediamo dunque come preparare il filetto alla Wellington con un’attenzione in più per una preparazione  che sia adatta all’asporto.

La ricetta

Ingredienti

Tra le diverse proposte del nostro catalogo, vi suggeriamo questi tre prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo:

 

 

 

Prosciutto Crudo – Codice articolo: 03181540

 

 

 

 

Pasta Brisee – Codice articolo: 09509359

 

 

 

 

Funghi Champignon – Codice articoli: 01014710

Uova

 

 

 

 

Preparazione e cottura del filetto

1- L’ingrediente principale è il filetto che dovrà essere ben asciutto prima di essere scottato in padella. Appena dorato togliere il filetto e lasciarlo raffreddare.

2- Preparare i funghi che dovranno essere cotti fino alla completa asciugatura dei liquidi.

3- Stendere la paste brisee e spennellare con il tuorlo d’uovo. Adagiare le fette di prosciutto crudo cercando di formare un quadrato e spalmare i funghi sopra di esse.

4- Sopra a questo letto di pasta brisee e prosciutto crudo adagiare il filetto. Avvolgerlo con la pasta fino a chiuderlo facendo attenzione che sia ben sigillato.

5- Avvolgere il tutto con pellicola ben tesa e lasciare riposare per 30 minuti in frigorifero.

6- A questo punto il filetto alla Wellington è pronto per essere infornato.

Per qualsiasi informazione il nostro staff è sempre a disposizione: scrivici liberamente una mail a commerciale@poloristorazione.it o contattaci al numero 049 99 98 411.